Ruota a
Ruota

1.-1
Storie di biciclette manifesti e campioni

Treviso, Museo Nazionale Collezione Salce (Chiesa di S. Margherita) Dal 26 maggio – 2 ottobre 2022

La Direzione Regionale Musei Veneto del Ministero della Cultura propone la grande epopea della bicicletta così come raccontata dai preziosi manifesti patrimonio della Collezione Salce.

“La storia di Treviso e quella della bicicletta si intrecciano da oltre un secolo. Sono storie di marchi, di società ciclistiche, di gare, di primati, di passione per le due ruote, storie economiche, sociali, di costume. Cambiano l’Italia e cambiano la città di Treviso”.

3.-1

Emilio Malerba

Cicli Stucchi, 1902-04

14.

Osvaldo Ballerio

Biciclette marca Milano, 1905-15

2.-1
13.

Aurelio Craffonara

Pneus Pirelli, 1925-35

18.

Gino Boccasile

Marca Prestigio, 1949-1952

16.

Locandina pubblicitaria di Mario Bazzi

Tubolari Pirelli, 1938

“Le prime avventurose cicliste italiane forse si ispirarono alla regina Margherita, per la quale Edoardo Bianchi in persona realizzò una bicicletta degna di una sovrana, o alla nobildonna Franca Florio che, alla fine dell’800, organizzò al Velodromo Trinacria di Palermo una delle prime
corse per sole donne, tutte nobili o altolocate. O forse avevano in mente spigliate donne di spettacolo, come Lina Cavalieri, che si esibivano in pista davanti a un pubblico maschile, che pagava volentieri un biglietto per vedere questa novità delle donne in bicicletta”. (da “Donne e biciclette” di A. Stelitano per il catalogo edito da Silvana Editoriale)

7.

Aleardo Villa

La Bicicletta, 1900-06

“La bicicletta fa parte del patrimonio culturale del nostro Paese.
La storia di questo mezzo è un racconto di eroi che contribuiscono a creare quell’identità nazionale che si esalta nelle imprese di campioni come Girardengo, Coppi e Bartali. Le grandi corse a tappe, prima tra tutte il Giro d’Italia, sono state un collante che ha unito il Paese, mostrandone le bellezze mentre si raccontavano le gesta dei corridori”.

15.

Plinio Codognato

L'Jtala, 1922-30

17.

Romano Di Massa

Torpedo, 1929